Cooperazione internazionale fra Terni e la provincia cinese di Fujian su ricerca medica, tecnologie e chirurgia

Visita di Prof. Chang-Ming Huang per avviare progetti ed eseguire interventi chirurgici in diretta dall'ospedale di Terni.

 

Il 29-30 novembre 2018 si svolgerà la 29° edizione del Congresso Internazionale di Chirurgia dell’Apparato Digerente che avrà come sede centrale l’”Auditorium del Massimo” a Roma dal quale verranno gestiti collegamenti in diretta con le sale operatorie di centri di eccellenza italiani e esteri.
In occasione di questo evento, il Prof. Amilcare Parisi ha invitato a Terni il Prof. Chang-Ming Huang dell’Università di Fujian con la quale la S.C. di Chirurgia Digestiva di Terni sta collaborando da anni nell’ambito del progetto di ricerca multicentrico sul tumore dello stomaco “IMIGASTRIC”.
Prof. Huang è fra i maggiori esperti mondiali del cancro gastrico, chirurgo di fama con una casistica impressionante di oltre 1200 interventi eseguiti ogni anno per tumori dello stomaco, autore di pubblicazioni e libri di ambito medico-scientifico con particolare riferimento all’utilizzo delle tecnologie mini-invasive in chirurgia, è membro degli organismi internazionali di ricerca sui tumori dell’apparato digerente.
La presenza di un personaggio di grande rilevanza come il Prof. Huang è segno di grande stima e un riconoscimento per i grandi sforzi, la dedizione e l’attività incessante svolta dal Prof. Parisi negli ultimi anni allo scopo di creare a Terni un centro oncologico di eccellenza e di riferimento per il trattamento e la cura dei tumori dell’apparato digerente, con una particolare attenzione rivolta a quel tumore dello stomaco che ancora oggi è fra le sfide più grandi per l’alta incidenza e mortalità nel mondo.
La S.C. di Chirurgia Digestiva, diretta dal Prof. Amilcare Parisi, si pone all’avanguardia in questo contesto per la possibilità di offrire al paziente trattamenti radicali con tecniche robotiche avanzate.
Faranno parte della delegazione cinese anche il Prof. Chaohui Zheng e il Prof. Qiyue Chen, provenienti dalla città di Fuzhou, rilevante centro economico e politico della Cina sud-orientale che conta 8milioni di abitanti.
Il programma della visita prevede l’incontro con le istituzioni locali e la stampa presso la Sala Consiliare del Comune di Terni il giorno 28 novembre alle ore 11:30 al quale interverranno anche il Sindaco Avv. Leonardo Latini e il Vice Sindaco Dott. Andrea Giuli, il Prof. Amilcare Parisi Direttore della S.C. di Chirurgia Digestiva e il Prof. Sergio Bracarda Direttore della S.C. di Oncologia dell’Azienda Ospedaliera di Terni.
A seguire, nel pomeriggio, si svolgeranno diversi meeting con lo staff chirurgico del Prof. Parisi e quello del gruppo oncologico multidisciplinare coordinato dal Prof. Bracarda per discutere le prospettive future di cooperazione e sviluppo nell’ambito degli studi di ricerca già avviati e di quelli in corso di definizione. Inoltre, sarà annunciato che proprio a partire dall’inizio del 2019 due ricercatori cinesi del gruppo del Prof. Huang saranno impegnati direttamente nello svolgimento di studi clinici presso l’Azienda Ospedaliera di Terni per una durata di 6 mesi.
A chiusura degli incontri, si svolgerà il briefing con lo staff del blocco operatorio in preparazione degli interventi chirurgici in diretta programmati nella giornata del 29 novembre. Infatti, il Prof. Huang insieme al Prof. Parisi e le rispettive equipe svolgeranno due interventi per tumore dello stomaco utilizzando approcci innovativi di chirurgia mini-invasiva. Il tutto potrà anche essere seguito via streaming tramite la piattaforma online www.live.laparoscopic.it (canale italo-cinese No. 6).
Il giorno seguente i team chirurgici di Prof. Huang e Parisi si recheranno a Roma dove commenteranno altri interventi chirurgici in diretta e parteciperanno ai lavori congressuali presso l’Auditorium Del Massimo.
Questo evento oltre a confermare la propensione sempre più internazionale nel campo della ricerca medico-tecnologica dell’Azienda Ospedaliera di Terni, sarà l’occasione e una grande opportunità per tutta la città per stringere i rapporti con la Cina, partner strategico non solo economico ma ormai oggi anche di avanguardia in ambito tecnologico e medico-scientifico.